Saturday, 12 October 2013

Darwin Raymond - "Open Sky" (Subterranean Tide 06)

"Open Sky" features a series of remarkably creative soundscapes that feature the imaginative use of field recordings underpinned by synths or acoustic guitar. I found these tracks both warmly engaging and deeply immersive ... I was able to lose myself in their individual narratives in the most delightful of ways ... transported, as I was, to an alternate today. " (Words from release page)

Provo piacere a interrogarmi sulla provenienza dei field recordings accattivanti presenti in questo album composto da Darwin Raymond e rilasciato dall’emergente e promettente netlabel americana Subterranean Tide. Inclinazioni funerarie, sovrapposizioni di note tagliuzzate su campane elettroniche sbiadite. Distributori di benzina abbandonati su strade impolverate e dimenticate. Pochi volatili che scandiscono il tempo di lunghe giornate soleggiate prive di evidenti mutamenti. Ci sono passeggiate spaziali, emozionanti visioni terrestri degne di un soundtrack di fantascienza. Le stelle si sentono sole? Ed è proprio solitudine la parola che mi appare più di una volta in sovraimpressione ascoltando “Open Sky”, accompagnata per mano da Miss Lontananza e Miss Lentezza. Stare in disparte, attenti a ciò che l’umanità ha da proporre ed elaborare le proprie risposte con meditazione e sentimento. Ascoltare “Open Sky” è una piacevole esperienza. È intimo e sembra sussurrarti qualcosa all’orecchio, sa essere contemporaneamente caldo e abissale ed è un comodo veicolo di trasporto per l’inconscio.

Artist: Darwin Raymond
Title: Open Sky
Label: Subterranean Tide
Style: guitar, ambient
Date: October 07, 2013


No comments:

Post a Comment