Wednesday, 10 November 2010

INVERNESS - "Somewhere I Can Hear My Heart Beating"

Devo ammettere che c'è un po' di confusione dietro a questo godibilissimo album degli Inverness, band di São Paulo, Brasile. Lo si trova su Internet Archive nelle pagina della netlabel Psicotropicodelia ma se si raggiunge il sito ufficiale della suddetta etichetta non c'è traccia di questa release. Misteri della Free Music. Come dicevo, un buon album, anche se sinceramente sarebbe forse bastato un EP, visto che non tutti i brani mantengono un'ispirazione e una creatività pari ad altri. La title-track è una canzone d'amore che lancia archi come fossero caramelle dai carri allegorici di Carnevale. Riverberi lontani delle voci...caratteristica presente in tutto l'album. Uno dei miei brani preferiti è il secondo, "Inside Diamonds", semplice arpeggio di chitarra, voce femminile, ritmica acquatica, zona decompressione centrale con ripresa di flauti (doppiati con delay?) eccelsa, per riprendere con l'arpeggio di chitarra trasformato ora in 3/4 e abbracciato da voce femminile e maschile. Veramente un buon brano. Come anche "Cloud Liquor". Qui la melodia vocale domina l'intero brano, accompagnata da una ritmica morbida dai sedicesimi ben marcati. Altra traccia notevole è "Watermelon fog"...qui il sudamerica si fa sentire di più che in altre zone, intermezzo da giungla e un ritmo incalzante (Brasilian drum'n'bass?) che mi fa battere il tempo con gamba e piedino. Tutto sommato questo "Somewhere I Can Hear My Beating Heart" è un buon dream pop album dove gli Inverness affermano di assumersi il compito  di costruire un luogo per sentire la vita in un modo diverso.
"Tomorrow looks brighter and brighter every day".

Psicotropicodelia
Inverness MySpace

DOWNLOAD ALBUM

Inside Diamonds
Cloud Liquor
Watermelon Fog

No comments:

Post a Comment