Tuesday, 11 February 2014

Basciano - "Le 7 perle di Belzebù" (Nostress Netlabel)

"The electroacoustic opera "Le 7 perle di Belzebù" by Fabrizio Basciano (Lamezia Terme, Italy) is divided into 7 movements preceded by a short overture for piano solo . The work is inspired from the book "I racconti di Belezebù a suo nipote" of the armenian philosopher and mystic George Ivanovitch Gurdjieff. About the work of Gurdjieff, Basciano selects 7 by more than 40 chapters and attempts to transpose a musical key philosophical and conceptual content of the same." (Words from release page)

"Le 7 perle di Belzebù" è un album che colpisce sin dai primi ascolti per le sonorità singolari e le strutture fantasiose e giocose. A cominciare dall'electro-pop orchestrale dalle tinte cupe di "Il risveglio del pensiero". Ma è "Relatività della nozione di tempo" a cullare il mio ascolto, trasportandomi tra boschi in trepida attesa della primavera. Un vasto inventario di strumenti che si scambiano battute con armonia e vivacità sfidando, vincenti, i contrasti tra elettronica e classica. Un opera moderna che non si vergogna ad osare e Fabrizio Basciano mi dà l'impressione di divertirsi assai nel modellare questa mole di note, dedicandosi con cura ai particolari e ai vari collegamenti tra le parti, a volte azzardati e sorprendenti. Gli otto minuti di "Causa della genesi della Luna" accarezzano sonorità progressive revisionate a me care. Basciano mi rimanda in alcuni momenti ad un artista che stimo tantissimo, Gomma Workshop, che qualche anno fa illuminò la mia percezione musicale con album e video folgoranti. "Le 7 perle di Belzebù" è musica cinematografica, che racconta storie tramite abbozzi di immagini. E' Grieg che manda il suo saluto portando con se una valigia piena di fantasia sfavillante. Release accompagnata da un elegante e accurato pdf che dimostra la serietà e la qualità delle produzioni della siciliana Nostress Netlabel.

Artist: Basciano
Title: Le 7 perle di Belzebù
Label: Nostress Netlabel
Style: electro-acoustic, orchestral
Date: February 06, 2014

No comments:

Post a Comment